100 Presepi: torna a Roma la 42^ edizione

Durante il periodo delle feste molti di noi allestiscono un Presepe in casa. Questa è una delle tradizioni più antiche e consolidate nel nostro Paese, e particolarmente nella nostra bellissima Città Eterna, complice di certo l’allestimento del Presepe di Piazza San Pietro.

In effetti l’arte presepiale è una forma d’arte di antico retaggio e, pur essendo tradizionalmente collegata alla raffigurazione della Natività, con composizioni più o meno ampie, non sempre i soggetti ritratti rappresentano personaggi o scene sacre (ne sanno qualcosa gli artigiani napoletani che ogni anno ci fanno divertire con sempre nuove statuine ispirate alla società contemporanea).

Per tutti gli appassionati di arte presepiale, anche quest’anno è tornata la mostra “100 Presepi”, per la sua 42^ edizione.

 

100 Presepi: cos’è

Quest’anno “100 Presepi” ha allestito una mostra di circa 150 Presepi realizzati da altrettanti artisti del Presepe provenienti da tutto il Paese e dall’estero. Seppure il numero dei Presepi in esposizione sia cresciuto con gli anni, gli organizzatori dell’evento hanno deciso di lasciare il nome originale, con cui tutto è iniziato quarantadue anni fa, in onore a quella che ormai è diventata un’apprezzata tradizione.

“100 Presepi” offre la possibilità ai propri avventori di ammirare le opere di tantissimi artigiani che hanno fatto di questa forma d’arte la loro specialità. Molti dei Presepi in mostra sono tradizionali ed esprimono l’interpretazione classica delle varie regioni italiane, che nei secoli hanno sviluppato una strada propria sia da punto di vista delle scene rappresentate che riguardo i materiali utilizzati.

Alcuni esempi: il Presepe napoletano, certamente uno dei più antichi e famosi, è caratterizzato tradizionalmente dalla dovizia nei particolari e dalla ricchezza delle scene, anche di stampo laico, (retaggio dell’età dell’oro dell’arte partenopea del ‘700); il Presepe siciliano è stato caratterizzato nel corso dei secoli dagli innovativi impieghi dei materiali utilizzati per la sua creazione, molti dei quali di origine marina, come il corallo, le conchiglie e la madreperla; il Presepe romano è da sempre caratterizzato dalla centralità della Natività e della Sacra Famiglia, complice la presenza del papato nella Città Eterna, e raffigurante sullo sfondo scene tipiche dell’agro romano e del paesaggio capitolino dei secoli passati a far da corollario alla scena centrale. E questi sono solamente alcuni dei presepi in mostra.

 

100 Presepi: il Presepe come gioco

“100 Presepi” è un’occasione per avvicinare i più piccoli a una forma d’arte antica come l’arte presepiale, e questo soprattutto grazie a “il Presepe come gioco”. Questa attività rivolta ai più piccoli permetterà ai nostri giovanissimi artigiani di costruire personalmente un personaggio del Presepe da portarsi a casa. L’attività, organizzata in collaborazione con docenti e studenti dell’Accademia di Belle Arti di Roma, si svolgerà nei giorni dal 25 novembre 2017 al 5 gennaio 2018 e sarà rivolta ai bambini dai 5 agli 11 anni previa prenotazione obbligatoria.

Per prenotare l’attività “il Presepe come gioco” puoi telefonare al numero 068542355 o scrivere all’indirizzo info@presepi.it.

 

100 Presepi: info utili

“100 Presepi” avrà luogo dal 23 novembre 2017 al 7 gennaio 2018 nella meravigliosa cornice delle Sale del Bramante, adiacenti alla Basilica di Santa Maria del Popolo.

L’esposizione sarà aperta tutti i giorni del periodo di mostra, compresi i festivi; l’orario di ingresso sarà dalle 10.00 alle 20.00 (la biglietteria chiude 30 minuti prima della chiusura). Nei giorni del 24 e del 31 dicembre 2017 l’esposizione sarà aperta dalle 10.00 alle 18.30 e il 1 gennaio 2018 dalle 10.30 alle 20.00.

Un biglietto intero costerà 8,50€ mentre un biglietto ridotto costerà 6,50€.

 

Per conoscere tutti i dettagli della mostra visita il sito ufficiale di “100 Presepi”.