Istituto Giapponese di Cultura: un’oasi nel cuore di Roma

Negli ultimi decenni, complice tra le altre cose la diffusione capillare dell’utilizzo di Internet, l’Estremo Oriente sembra sempre più vicino e familiare. In effetti è proprio così. Seppure a livello geografico è necessario coprire grandi distanze per visitare terre lontane, grazie alle tratte low cost è sempre più semplice ed economico viaggiare verso il capo opposto del Pianeta.

In quest’ottica, all’interno del nostro Paese l’interesse verso il Giappone ha visto un sempre maggiore incremento nel corso delle ultime decadi, grazie anche alla diffusione a livello internazionale di una fetta importante della cultura pop del Sol Levante: i manga e gli anime. Seppure potrebbe farci sorridere, in effetti le nuove generazioni si avvicinano alla cultura giapponese inizialmente proprio grazie ai cartoni animati e ai fumetti. Alcuni, desiderosi di approfondire la conoscenza di questa antica cultura, si interessano e avvicinano alle usanze e alla lingua giapponese, scoprendo un mondo estremamente affascinante seppure molto distante dai nostri usi e costumi.

Per chi, come noi, vive a Roma questo processo può essere notevolmente favorito e agevolato dalla presenza di una fetta di Giappone immersa nel cuore della Città Eterna: l’Istituto Giapponese di Cultura.

 

Istituto Giapponese di Cultura: storia e architettura

L’Istituto Giapponese di Cultura si trova nella zona di Valle Giulia, precisamente in Via Antonio Gramsci 74, nei pressi di molti altri Istituti di Cultura o Accademie straniere e a due passi dalla Galleria Nazionale di Arte Moderna.

L’idea di un Istituto Giapponese di Cultura nel mondo nacque nelle intenzioni del governo nipponico già prima della Seconda Guerra Mondiale, ma l’accordo tra Giappone e Italia venne effettivamente concluso nel 1954. L’inaugurazione fu fatta, però, solamente il 12 dicembre 1962, e fu il primo nel suo genere a livello internazionale.

L’architettura dell’Istituto è assolutamente interessante, riprendendo lo stile Heian (IX – XII sec.) e al contempo rivisitandolo in chiave moderna. Linee pulite e armoniose si accompagnano ai colori neutri caratteristici del periodo Heian. L’architetto Yoshida Isoya, pur utilizzando il cemento armato al posto del tradizionale legno, ha mantenuto le caratteristiche tipiche delle costruzioni giapponesi, molto note anche in occidente, quali le lunghe gronde, i pilastri esterni a vista e le tipiche porte scorrevoli di carta.

 

Istituto Giapponese di Cultura: il Giardino

Il Giardino è certamente l’attrazione principale dell’Istituto Giapponese di Cultura, data la bellezza e il fascino dello stile orientale nell’organizzazione degli spazi aperti. La progettazione e la realizzazione del Giardino sono state affidate al celebre architetto Ken Nakajima, autore anche dell’area giapponese dell’Orto Botanico di Roma. Primo nel suo genere in Italia, il Giardino dell’Istituto Giapponese di Cultura è stato realizzato in perfetto stile sen’en, il tradizionale giardino con laghetto. All’interno del giardino sono presenti molte delle specie botaniche tipiche del Giappone, ma non solo, come i ciliegi, i glicini, gli iris e i pini nani.

Per visitare il meraviglioso Giardino è necessario prenotare al numero unico 06.9484.4655. Le visite, gratuite, sono guidate e della durata di 30 minuti. Il giardino è aperto dal martedì al sabato ed è possibile accedervi dal martedì al venerdì sia di mattina che di pomeriggio, mentre il sabato solamente la mattina.

Per maggiori informazioni sulla prenotazione della visita e sugli orari disponibili visita il sito ufficiale.

 

Istituto Giapponese di Cultura: le iniziative

L’Istituto Giapponese di Cultura organizza anche moltissime iniziative, al fine di promuovere la cultura e la lingua giapponese nel mondo e per stimolare una maggiore integrazione e conoscenza tra il popolo italiano e quello giapponese.

Per tali fini vengono organizzati regolarmente corsi di lingua giapponese a tutti i livelli, ma non solo. Spesso l’Istituto Giapponese di Cultura ospita concerti, rappresentazioni teatrali e dimostrazioni di danze popolari e tradizionali. Ancora, vengono frequentemente organizzate conferenze, mostre e proiezioni cinematografiche, per conoscere e approfondire la cultura e la società giapponese a tutto tondo.

Per maggiori informazioni sulle iniziative dell’Istituto Giapponese di Cultura visita il sito ufficiale.