Pablo Picasso in mostra alle Scuderie del Quirinale

Pablo Picasso è riconosciuto da tutti come uno degli artisti che più hanno caratterizzato e influenzato le correnti artistiche del ‘900. Padre del cubismo insieme a Georges Braque, Picasso ha avuto una carriera travagliata e ricca di influenze. Molti di noi riconoscono “Les Demoiselles d’Avignon” e “Guernica” come opere massime del maestro spagnolo, ma non tutti sanno che oltre alle vicende che hanno caratterizzato il suo Paese e tutta l’Europa, Picasso ha subito grandi influenze anche dalla cultura e dalle arti italiane. L’esposizione in programma alle Scuderie del Quirinale vuole riportare alla luce proprio questo aspetto della produzione artistica del grande Pablo Picasso.

 

Le Scuderie del Quirinale

Il Palazzo delle Scuderie del Quirinale, sito in via XXIV Maggio 16, è già di per sé un’opera d’arte. Posto in cima al più alto dei sette colli su cui è stata fondata Roma, insieme al Palazzo del Quirinale e al Palazzo della Consulta cinge una deliziosa piazza che ospita la fontana con le statue dei Dioscuri Castore e Polluce e l’obelisco rinvenuto nelle vicinanze del Mausoleo di Augusto.

Dall’interno del Palazzo delle Scuderie del Quirinale è possibile osservare la Città Eterna da uno dei punti di vista più alti e spettacolari della città, grazie alla meravigliosa vetrata progettata da Gae Aulenti

Le Scuderie del Quirinale hanno aperto le loro porte al pubblico come palazzo delle esposizioni il 21 dicembre del 1999 con una mostra su “I cento capolavori dell’Ermitage”.

Il Palazzo conta circa 3.000 metri quadri di superficie, di cui circa 1.500, tra primo e secondo piano, sono dedicati a mostre temporanee.

 

L’App ufficiale delle Scuderie del Quirinale

Al passo con le nuove tecnologie e con alcuni dei musei più importanti d’Europa, come il Rijksmuseum di Amsterdam, anche le Scuderie del Quirinale hanno lanciato sul mercato la loro applicazione ufficiale, disponibile sia su App Store per iPhone che su Google Play per i dispositivi Android.

Scaricare l’applicazione è gratis e al suo interno sono reperibili diverse informazioni e mappe interattive, utili per sapere come arrivare facilmente alle Scuderie del Quirinale.

Tramite l’applicazione è possibile anche consultare contenuti multimediali sulla storia del Palazzo e condividere contenuti sui principali Social Network.

L’applicazione ha anche funzione di audioguida se utilizzata all’interno delle mostre in esposizione alle Scuderie del Quirinale. Per attivare questo servizio è necessario acquistare un codice univoco in cassa al prezzo di 2,50€, che verrà richiesto dall’applicazione per usufruire dell’audioguida in app e che utilizzerà il WiFi gratuito all’interno dei locali espositivi delle Scuderie.

 

Pablo Picasso: tra Cubismo e Classicismo

Non tutti sanno che Pablo Picasso passò un periodo della sua vita nel Bel Paese, al seguito di una celebre compagnia di balletto russo.

Lo scoppio della prima guerra mondiale lo trovò in qual di Avignone, dove l’artista stava trascorrendo un periodo di vacanza. Mentre i suoi amici artisti di nazionalità francese si arruolavano, coattamente (come Braque e Derain) o volontariamente (come Apollinaire), Picasso si trasferì a Parigi, dove incontrò Jean Cocteau che gli propose di contribuire alla creazione di costumi e sipari teatrali per la tournée in Italia della famosa compagnia di balletto russo di Sergej Pavlovič Djagilev, che si sarebbe esibita nello spettacolo dal titolo “Parade”. Il sipario di 10 metri per 17 realizzato dall’artista in occasione della tournée è uno dei pezzi principali della mostra alle Scuderie del Quirinale, pezzo assai raro da ammirare in altre mostre tematiche su Picasso.

Durante il suo periodo italiano, il maestro spagnolo rimase affascinato dal patrimonio artistico e culturale del Bel Paese e ne fu ampiamente influenzato, dando vita a opere molto diverse rispetto a quelle che ne avevano e che ne avrebbero caratterizzato la produzione artistica e inaugurando un nuovo periodo picassiano: il cosiddetto periodo neoclassico. Punte di diamante di questo periodo artistico di Picasso sono “La lettura della lettera” e “Il flauto di Pan”, opere della prima metà degli anni venti caratterizzate da una pulizia, un equilibrio e una sintesi assolutamente inedite negli altri periodi artistici del maestro spagnolo.

 

Informazioni utili: orari e come arrivare

La mostra “PICASSO. Tra Cubismo e Classicismo: 1915-1925” sarà in mostra presso le Scuderie del Quirinale, site in Via Ventiquattro Maggio 16, dal 22 settembre 2017 al 21 gennaio 2018.

L’esposizione sarà accessibile dalla domenica al giovedì dalle ore 10.00 alle ore 20.00 e venerdì e sabato dalle ore 10.00 alle ore 22.30. L’ingresso alla mostra è possibile fino a un’ora prima della chiusura.

Le Scuderie del Quirinale sono facilmente raggiungibili con i mezzi pubblici. Prendendo i bus di superficie, la fermata di riferimento è “Nazionale/Quirinale” dei mezzi 40-60-64-70-117-170-H. Prendendo la metropolitana, le fermate di rifermento sono “Piazza della Repubblica” per la Metro A e “Cavour” per la Metro B.

 

Per saperne di più sulla mostra “PICASSO. Tra Cubismo e Classicismo: 1915-1925” visita il sito delle Scuderie del Quirinale a partire dal 22 settembre 2017.